Gare ed appalti
Identificativo gara: 
Ufficio ProvveditoratoServizi di pulizia
Tipologia: 
Bando
INFORMAZIONI BASE  
Oggetto

SERVIZIO PULIZIA
Affidamento del servizio di pulizia, lavanderia e giardinaggio delle residenze universitarie e della sede amministrativa 

CIG 72202903CC
Tipologia di acquisizione Servizio
Procedura di scelta del contraente Aperta
RUP Ing. Marco Fabiani (075.469.3277)
Importo (stimato) € 1.553.777,03 per n.3 anni (3.092.554,07+IVA per n.6 anni)
Data trasmissione GUUE 24.11.2017
Data presentazione offerta 29.12.2017 ore 11:00
ATTI E COMUNICAZIONI  
Indizione gara

DTR 106 del 24/11/2017

DD n. 866 del 24/11/2017

Nomina commissione di valutazione

DD n.1 del 3.1.2018 (Curriculum Vitae)

DD n.250 del 06.04.2018 (Nomina nuova commissione giudicatrice)

Sedute pubbliche
  • 1ª SEDUTA PUBBLICA: 2.1.2018 (rinviata a data da definire) 5.1.2018 ore 10:15
  • 2ª SEDUTA PUBBLICA: 9.1.2018 ore 14:00
  • 3ª SEDUTA PUBBLICA: 10.1.2018 ore 9:30
  • 4ª SEDUTA PUBBLICA: 5.2.2018 ore 11:00 rinviata al 8.2.2018 ore 15:00
  • 5ª SEDUTA PUBBLICA: 27.2.2018 ore 15:00
  • 6ª SEDUTA PUBBLICA: 16.5.2018 ore 15:00 (avvio Terza Fase descritta al par.15 del Disciplinare)
  • 6ª SEDUTA PUBBLICA: 14.6.2018 ore 9:30 (esito verifica congruità)
Ammissione e/o esclusione degli OE
Aggiudicazione

 


CHIARIMENTI:

  • DOMANDA n.1: Si chiede di conoscere l'elenco del personale attualmente impegnato nell'esecuzione dei servizi di pulizia e giardinaggio con le relative informazioni.
    RISPOSTA n.1: Si riporta, il personale attualmente in servizio, nell'allegato disponibile al seguente link: clicca qui 
  • DOMANDA n.2:  in riferimento alla gara in oggetto, dato che la ns Azienda è operativa dall’aprile 2015, con la presente si chiede alla spett. le s.v. se il fatturato specifico complessivo per servizi di pulizia richiesto alla pag. 8 punto 6 del disciplinare di gara può considerarsi riferito al triennio 2015-2016-2017.
    RISPOSTA n.2: Per la determinazione del triennio di riferimento trova applicazione quanto indicato al punto 2.2 della determina ANAC n.5/2009 del 21.5.2009. Ad ogni buon conto si ricorda che “Per le imprese che abbiano iniziato l’attività da meno di tre anni, i requisiti di fatturato devono essere rapportati al periodo di attività secondo la seguente formula: (fatturato richiesto /3) x anni di attività.”

  • DOMANDA n.3: si chiede di specificare cosa si intende per possesso di certificazione del sistema di gestione di qualità e ambientale “riferita ad un sito produttivo”.
    RISPOSTA n.3:  si intende il possesso della certificazione in questione purché applicata almeno ad un sito in cui si gestisce il servizio di pulizia (ad esempio  la sede amministrativa, sede legale, unità operativa).

  • DOMANDA n.4: si chiede di conoscere se in caso di ATI solo la Capogruppo deve avere la certificazione sulle pulizie.
    ​RISPOSTA n.4:  A tal fine si richiama quanto previsto dal par.4 punto 8) Certificazione Qualità  "In caso di raggruppamento/consorzio il predetto requisito deve essere posseduto da ciascuno dei componenti;" e punto 9) Certificazione Ambientale "In caso di raggruppamento/consorzio il predetto requisito deve essere posseduto almeno dall’impresa mandataria;

  • DOMANDA n.5: si chiede di conoscere se "il servizio di lavanderia deve essere subappaltato".
    ​RISPOSTA n.5:  E' a discrezione dell'operatore economico la scelta delle attività da subappaltare nel rispetto di quanto indicato dall'art.105 del Codice.

  • DOMANDA n.6: Si chiede di conoscere il codice ufficio e il codice tributo ai fini della compilazione per il  pagamento della marca da bollo tramite F24. 
    RISPOSTA n.6: Il codice tributo e il codice ufficio da inserire nel modello F24 può essere fornito dall'Agenzia delle Entrate competente per territorio. Ad ogni buon conto si comunica che l'AdE:

    • con la risoluzione n. 106/E del 2.12.2014, ha istituito il codice tributo 2501 denominato “Imposta di bollo su libri, registri ed altri documenti rilevanti ai fini tributari – articolo 6 del decreto 17 giugno 2014";
    • pubblica indicazioni sulla compilazione del modello F24 nella seguente pagina web: clicca qui 
  • DOMANDA n.7: nel Disciplinare di gara al par.  4 “Requisiti per la partecipazione alla gara” al punto 5 viene richiesto” per le imprese che svolgono il servizio di giardinaggio è richiesto il soddisfacimento dell’art. 12 della L. 154/2016”   si chiede se tale requisito è soddisfatto se l’azienda partecipante ha l’iscrizione al Registro Ufficiale dei Produttori.
    RISPOSTA n.7: Il requisito in questione è soddisfatto se l'impresa è  iscitta al Registro ufficiale dei produttori, di cui all'articolo 20, comma 1, lettere a) e c), del decreto legislativo 19 agosto 2005, n. 214 (L.154/16 art.12 c.1 lett a);
  • DOMANDA n.8: In riferimento alla procedura in oggetto avendo deciso di partecipare in RTI con altra impresa , che eseguirà esclusivamente le opere di giardinaggio , si chiede di confermare se il possesso della certificazione di qualità ISO 9001 ( indicato nel disciplinare da  applicarsi al servizio di pulizia) deve essere posseduta solo dalla scrivente che eseguirà interamente il servizio di pulizia.
    RISPOSTA n.8: La certificazione ISO 9001 deve essere posseduta solo dalle imprese che svolgono il servizio di pulizia, in quanto è richiesta  “applicata al servizio di pulizia”. Pertanto in caso di raggruppamento tutte le imprese che svolgono il servizio di pulizia devono possedere la certificazione ISO 9001 “applicata al servizio di pulizia”.

  • DOMANDAn.9: si chiede se sia possibile ricorrere all’istituto dell’avvalimento per il requisito richiesto per le opere di giardinaggio.
    RISPOSTA n.9:Non è consentito l’avvalimento per la dimostrazione dei requisiti di carattere generale, nonché per la dimostrazione dei requisiti di idoneità professionale o dei requisiti tecnico/professionali di natura strettamente soggettiva. L’ANAC, con delibera n.3 del 11.1.2017, ha precisato “Il requisito richiesto dalla stazione  appaltante  dell’iscrizione al Registro ufficiale dei  produttori ovvero dell’iscrizione presso il Registro delle imprese che abbiano  conseguito un attestato di idoneità comprovante le adeguate competenze, di cui all’art.  12, legge 28.7.2016, n. 154,  deve  intendersi strettamente collegato alla capacità soggettiva dell’operatore  economico e pertanto non può formare oggetto di avvalimento”.

  • DOMANDA n.10: In riferimento al quesito allegato ed avendo letto il chiarimento alla domanda n. 4 , chiedo di specificare se in caso di ATI verticale ( mandante eseguirà il solo servizio di giardinaggio ) sia sufficiente il possesso della certificazione ISO 9001 da parte della Capogruppo che eseguirà per intero il servizio di pulizie.
    RISPOSTA n.10: La certificazione ISO 9001 deve essere posseduta solo dalle imprese che svolgono il servizio di pulizia, in quanto è richiesta  “applicata al servizio di pulizia”. Pertanto in caso di raggruppamento tutte le imprese che svolgono il servizio di pulizia devono possedere la certificazione ISO 9001 “applicata al servizio di pulizia”. In caso di ATI verticale, la certificazione ISO 9001 non deve essere posseduta dall’eventuale impresa che svolge il giardinaggio e/o lavanderia. In caso di ATI orizzontale, la certificazione ISO 9001 deve essere posseduta da tutte le imprese che svolgono il servizio di pulizia.

  • DOMANDA n.11: Con la presente chiediamo di conoscere in che formato bisogna allegare la cauzione provvisoria sul supporto informatico, siccome ci viene rilasciata firmata digitalmente in formato pdf semplice, se la trasformiamo in pdf/A si perde la firma digitale della compagnia assicurativa.
    RISPOSTA n.11:  I documenti devono essere allegati in originale o in copia conforme all’originale. Nel caso di specie, essendo il file originale già formato digitalmente si deve allegare lo stesso senza effettuare trasformazioni.

  • DOMANDA n.12: chiediamo di sapere se la documentazione amministrativa, tecnica e l’offerta economica deve essere presentata solo su supporto elettronico o anche cartaceo?
    RISPOSTA n.12: La documentazione deve essere presentata su supporto informatico.

  • DOMANDA n.13: Dall’allegato A – consistenza abbiamo notato una incongruenza relativa alle voci di giardinaggio – attivita’ ordinarie e disinfestazione – attivita’ ordinarie, in particolare la somma delle varie superfici non corrisponde al totale da voi riportato.
    RISPOSTA n.13: Si precisa che non sono previste attività di giardinaggio e disinfestazione per la struttura “sede amministrativa ADISU Perugia”

  • DOMANDA n.14:Relativamente all’offerta tecnica da presentare, si chiede, se oltre alla limitazione di max 2 pagine per il criterio 1, anche per gli altri criteri è previsto un numero massimo di pagine, un carattere, una dimensione predefinita?
    RISPOSTA n.14: No.

  • DOMANDA n.15:  Premesso che la scrivente azienda è in possesso dei requisiti richiesti nel Disciplinare di Gara, par. 4 punto 5 -  Requisiti per la partecipazione alla gara, potendo esercitare l’attività di manutenzione del verde così come previsto dall’art.12 c.1 lett.b L.154/2016 (iscrizione CCIAA – Codice Ateco 81.30.00) ed avendo alle proprie dipendenze le maestranze adeguatamente qualificate, ma al momento non ancora in possesso  dell’attestato di idoneità, definito solo  in data 8/7/2017 dalla Conferenza delle Regioni e delle Province autonome, in quanto la scrivente ha prenotato la partecipazione al corso formativo all’Ente preposto ed è in attesa di convocazione. Tutto ciò premesso si chiede se tale condizione sia sufficiente per la dimostrazione del requisito par.4 punto 5 - Requisiti per la partecipazione alla gara.
    RISPOSTA n.15: La partecipazione alla presente gara è riservata agli operatori economici in possesso - a pena di esclusione alla data di scadenza del bando - dei requisiti minimi di partecipazione indicati al par.4 del Disciplinare, fermo restando i principi di contemperamento indicati dal D.lgs50/16 con particolare riguardo a quelli di cui all’art.83 del predetto.

  • DOMANDA n.16:  Si chiede di conoscere se la stazione appaltante mette a disposizione il modello dell'Offerta Economica per i raggruppamenti di imprese
    RISPOSTA n.16: I modelli richiesti sono pubblicati nella sezione della presente pagina dedicata alla "documentazione di gara".

  • DOMANDA n.17: Con riferimento “Servizio di gestione della lavanderia” di cui al Capitolato 2.3 del Capitolato d’Appalto, si chiede conferma della possibilità di non ricorrere al subappalto, trattandosi di attività accessoria e “a richiesta”.
    RISPOSTA n.17: Il ricorso al subappalto è regolato principalmente dall’art.105 del Dlgs 50/16 e dal par.6 del Disciplinare di gara. Ciò detto è valutazione esclusiva dell’operatore economico decidere se ricorrere o meno al subappalto. Ad ogni buon conto si tiene comunque a far presente che il subappalto c.d. “qualificante/necessario” può essere utilizzato per soddisfare eventuali requisiti non soggettivi.

  • DOMANDA n.18: Si chiede di conoscere se sono previste proroghe al termine per la presentazione delle offerte.
    RISPOSTA n.18: No.

DOCUMENTAZIONE DI GARA:

Agenzia per il Diritto allo Studio Universitario dell'Umbria