Sorry, you need to enable JavaScript to visit this website.
faq

FAQ Gare ed appalti

Chiediamo conferma che l'importo soggetto a ribasso sia pari ad euro 5.582.248,23, come peraltro riportato nel CSA retificato pubblicato su sito?

Si conferma che l'importo soggetto a ribasso è pari ad euro 5.582.248,23 peraltro riportato nel CSA e non quello che per mero errore materiale è riportato nel disciplinare di gara e nel bando rettificati. 

Nell'elaborato di progetto A.3.3, livello 0 del Pad.D, risulta che le camere con affaccio sulla corte tra i Pad. C e D abbiano infissi di dimensioni 1.30x2.30 cm

Le dimensioni degli infissi posti al piano 0 ( zero ) tra il pad. "C e D" dell'elaborato di progetto tavola A.3.3 hanno dimensioni di cm 1,30 x 1,10

Sul bando è riportato l'importo di euro 10.148.079,78 e non di euro 8.719.626,34 come risulta sulla determina di approvazione e nel disciplinare di gara. Si chiede quale è l'importo corretto

Per mero errore materiale il bando di gara corretto è di seguito riportato:

Sezione II descrizione II.2.1.)  secondo comma ( pag. 2 di 11 ) l’ammontare complessivo presuntivamente stimato dell’appalto ( compresi oneri e costi per la sicurezza e per il personale) è stato erroneamente trascritto in “ €. 10.148.079,78  ( diecimilionicentoquarantottomilasettantanove/78 ) anziché  “ €. 8.719.626,34 ( ottomilionisettecentodiciannovemilaseicentoventisei/34)  

Relativamente all'accessibilità del cantiere si conosce la portata ammissibile della rampa carrabile che costeggia l'Aula Magna e che sovrasta le aule presenti al piano seminterrato dell'Università?

La rampa potrà essere utilizzata da veicoli con peso a pieno carico non superiore a 35 quintali

In riferimento al punto C a pag. 41 il Disciplinare dice: "C- Proposta progettuale architettonica degli spazi adibiti a sala studio/biblioteca relativamente al Pad. C e D al livello 0 (cfr tav. A.3.2.)

Si precisa che relativamente a "OFFERTA TECNICO MIGLIORATIVA- CRITERI DI NATURA QUALITATIVA" al punto "C" ( Soluzioni architetoniche migliorative rispetto la distribuzione funzionale degli ambienti, proposte progettuali e realizzative relative all'aspetto estetico del fabbricato) del Disciplinare di gara, l'area funzionale AF3 non é oggetto di proposta progettuale, come impropriamente indicato all'articolo  11 punto C a pag. 41 del citato disciplinare. il RUP Ing. Francesco Filippi

Affidamento contratto progettazione ed esecuzione manutenzione straordinaria Casa dello Studente

L'importo della cauzione provvisoria da presentare a corredo dell'offerta è pari ad Euro 173.648,97 e non di Euro 202.961,60 impropriamente indicato al comma 5 (Cauzioni e garanzie richieste) del Disciplinare di gara ed al punto 8 del Bando di gara.

Affidamento contratto progettazione ed esecuzione manutenzione straordinaria Casa dello Studente

L'importo forfettario riportato nel Disciplinare di Gara comma 4.8 (Ulteriori disposizioni) pari ad euro 30.000,00 è solo indicativo; l'effettivo onere economico connesso alle spese di procedura a carico dell'aggiudicatario da rimborsare all'Agenzia, all'atto della stipula del contratto di appalto, sarà determinato dai costi sostenuti dall'Amministrazione appaltante per la pubblicazione degli atti di gara.

 

Affidamento contratto progettazione ed esecuzione manutenzione straordinaria Casa dello Studente

Tutti i chiarimenti e richieste di sopralluogo devono essere inviati all’indirizzo di posta elettronica ordinaria: francesco.filippi@adisupg.gov.it

Il punto Q3 dei criteri di valutazione dell’offerta tecnica premia con n. 4 punti la “Formazione degli addetti con riferimento agli interventi di formazione ed aggiornamento del personale sugli aspetti

Si ripropone il quesito nella sua interezza: Il punto Q3 dei criteri di valutazione dell’offerta tecnica premia con n. 4 punti la “Formazione degli addetti con riferimento agli interventi di formazione ed aggiornamento del personale sugli aspetti igienico-sanitario, dietetico e della distribuzione svolti nel triennio 2010-2011-2012”.

Il criterio di valutazione pone dubbi di legittimità.

Invero, risulta, ictu oculi, evidente che la formulazione del parametro favorirà le aziende con un maggiore numero di dipendenti e che, dunque, avranno avuto l’opportunità di effettuare un più elevato numero di ore di formazione, rispetto ad aziende che impiegano un minor numero di unità lavorative.

E senza che ciò vada in qualche modo ad incidere sulla qualità del servizio che si andrà a proporre/effettuare. Non si vede, infatti, come dei corsi di formazione fatti a dipendenti impegnati in altri servizi e/o in altre regioni (e che mai avranno modo di prestare la propria opera in favore di codesto Spett.le ADISU) possano influire sulla qualità dei servizi oggetto della presente procedura di gara.

Si configura, dunque, una palese violazione dell’inderogabile principio della par condicio fra concorrenti nonché del favor partecipationis, sanciti dal Legislatore e più volte confermati dalla giurisprudenza amministrativa.

Ben più pregnante ai fini degli interessi di codesto Spett.le ADISU e della qualità dei servizi a rendersi sarebbe, invece, la valutazione dei corsi di formazione a cui saranno sottoposti, nel corso dell’appalto, gli addetti effettivamente impegnati nel servizio.

In esito a quanto narrato, la scrivente chiede che il menzionato parametro venga rimodulato così come richiesto o, in subordine, che sia valutato in termini di rapporto percentuale fra la media annuale dei dipendenti ed il numero di ore di formazione svolte nel medesimo anno.

;

Risposta: Il criterio Q3 è un indice di valutazione della capacità tecnica dell’Azienda nei confronti della formazione ed aggiornamento professionale dei propri dipendenti sugli aspetti igienico-sanitario, dietetico e della distribuzione, sia realizzati in house che all’esterno.

All’uopo si conferma che il punteggio è attribuito in base alla qualità e quantità della formazione effettuata proporzionalmente ai propri dipendenti (rapporto percentuale fra la media annuale dei dipendenti ed il numero di formazione svolte nel medesimo anno).

Informazione sostanziale paragrafo 10 lettera f) del disciplinare di gara

A correzione della precedente FAQ, preso atto delle richieste di sopralluogo pervenute in riferimento alla presente procedura e tenuto conto dell'organizzazione dell'ufficio, si informa che i sopralluoghi verranno effettuati fino a giovedì 19.12 p.v. e pertanto verranno prese in considerazione le richieste pervenute entro la data di mercoledì 18.12 p.v..

Il RUP Ing. Francesco Filippi

CONTATTI

Perugia  Telefono: 075 4693000

                       Fax: 075 5847107

Terni       Telefono: 0744 206223

                               0744 206231

                       Fax: 0744 206231

DOVE SIAMO

Sede di Perugia

Via Benedetta,14 06123 Perugia

Sede di Terni

Via F. Turati, 73 05100 Terni

.

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web per supportare funzionalità tecniche che migliorano la navigazione utente.

--